L’azienda produce circa 20.000 bottiglie frutto della lavorazione di 3 vitigni autoctoni; Casavecchia, Pallagrello Bianco, Pallagrello Nero.

Dei 14 ettari di proprietà solo 4 sono vitati preferendo terreni ricchi di lava e con esposizione a Sud Sud-Est dove si registrano importanti escursioni termiche tra giorno e notte; circondano la Tenuta secolari alberi di ulivo, noci e ciliegio.

Il Verro ha riscoperto e iniziato un lavoro di valorizzazione dell’antico vitigno Coda di Pecora coltivato in passato nell’area d’elezione tra il Monte Maggiore e Roccamonfina , su cui da qualche anno sono in corso sperimentazioni. Frojo nel 1875 lo cita nei suoi lavori sulla viticoltura in Campania .

Valorizzare il patrimonio vitivincolo e produrre vini che seguono le tradizioni legate al territorio è la nostra filosofia .